Non chiamiamoli guai.

Mi circondo di coperte per proteggermi dai fulmini delle periferie del nord.

Dai bar coi nomi americani.

Le brioches bruciano nel forno.

Bruciano le nostre attese.

I nostri elicotteri immaginari.

Lo sciabordio dei piatti che laverò.

La mia è luce artificiale, niente a che vedere con gli astri.

Di che segno sei non m’interessa.

Che nella vita non sei sola.

Lontana come le Californie.

Appenderò un poster sul mio letto per incollarci le tue fototessere.

Saprò chi sei.

Dei tuoi non ritorni.

Della tua toscana.

Dei mali dei cani del sud.

La sveglia poi suonerà alle nove.

E sarà un altro risveglio.

Ti cercherò e non ci sarai.

E non chiamiamoli guai.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: