Oreilles d’ane

Cos’è questo silenzio?

Un gran codardo.

Chi è il silenzio?

Orecchie d’asino.

Milano ha le catene di bicicletta più grandi che io abbia mai visto.

A te non interessa che c’hai la testa nei tuoi Osho e cose varie.

Per non pensare trovi chi pensa per te. Orecchie d’asino.

Gli uomini d’una volta erano scimmie del pleistocene. Hai voglia a cercarli oggi.

E poi mi dici che hai pitturato casa che così ti senti più grande. Orecchie d’asino.

Non nasconderti nel letto che prendi freddo, rimettiti la maglietta che prendi sonno.

Ti cerco la notte perché lavoro di giorno.

Lavoro di giorno per cercarti la notte.

E quel gran codardo del silenzio ti tiene tra le braccia. Orecchie d’asino.

Non tremare che non c’è bisogno.

Non rispondere che ti rovini le unghie.

Chi è il silenzio mi chiedi?

Solo un codardo.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: