Basta un caffè

Le camere piccole con queste ringhiere che ci lacrimano addosso

i nostri letti a forma di astronave

spariamo i pensieri come boli nello spazio

mentre tiriamo su col naso

sputiamo catarro nei nostri water arrugginiti.

I ragazzi dello zoo di Berlino chissà dove andavano in vacanza?

Che siamo figli del targhet

con le nostre firme indossate storte

come le cavie dei laboratori

ci tatuiamo i nomi addosso

per distinguerci

le resistenze della tv

coi nostri simili nelle città invisibili.

Per evitare i doganieri

l’esercito del fuoco in saldo

per arrivarci dentro

coi nostri messaggi incodificabili

e tu non rispondi mai

metti che poi rimani incinta.

Le tue corse di 8 otto minuti

i miei accappatoi da lavare

e sotto le docce

gli appelli delle nostre radio interiori

quando gracchiando

ricattiamo la storia.

E tutti i nostri forse

come tanti Vietnam

appiccicati ai post it

come tanti morti

a consolarsi coi sughi al ragù

che sai fare tu.

E non capisco come sei

come stai

dove vai

disperata ragazza perché

basta solo un caffè

che magari sbriniamo i tuoi freezer

e nei buchi delle tue vene

nuoteremo come i gabbiani

come gli zingari

tra le stelle polari.

Basta un caffè

Annulleremo queste distanze interstellari

come gli zingari

le stelle polari.

Come gli zingari

le stelle polari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: